Decreto contributi per il trasporto scolastico

Decreto MIMS 30 novembre 2021    

Trasferimento dei fondi ai comuni al fine di consentire l’erogazione dei servizi di trasporto scolastico in conformita’ alle misure di contenimento della diffusione del COVID-19. (21A07783)
(GU n.2 del 4-1-2022)

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILI

di concerto con

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE

e con

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto l’art. 1, comma 790, della legge 30 dicembre 2020, n. 178,
recante «Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario
2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023»;
Visto l’art. 39, comma 1-bis, del decreto-legge 14 agosto 2020, n.
104, convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, n.
126, recante «Misure urgenti per il sostegno e il rilancio
dell’economia»;
Considerato che, al fine di sostenere l’erogazione dei servizi di
trasporto scolastico aggiuntivi, in conformita’ alle misure di
contenimento della diffusione del COVID-19 di cui al decreto-legge 25
marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22
maggio 2020, n. 35, e al decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33,
convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, e’
stato istituito nello stato di previsione del Ministero delle
infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, ai sensi dell’art. 1,
comma 790, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, un fondo con una
dotazione di 150 milioni di euro per l’anno 2021;
Considerato che l’art. 1, comma 790, della legge 30 dicembre 2020,
n. 178, prevede che con decreto del Ministro delle infrastrutture e
della mobilita’ sostenibili, di concerto con il Ministro
dell’istruzione e il Ministro dell’economia e delle finanze, previa
intesa in sede di Conferenza unificata di cui all’art. 8 del decreto
legislativo 28 agosto 1997, n. 281, siano definiti i criteri di
riparto e le assegnazioni ai singoli comuni, tenendo anche conto di
quanto previsto dal comma 1-bis dell’art. 39 del decreto-legge 14
agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni dalla legge 13
ottobre 2020, n. 126;
Considerato che il comma 1-bis dell’art. 39 del decreto-legge 14
agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni dalla legge 13
ottobre 2020, n. 126, ha previsto che, in relazione alle facolta’ di
utilizzo di quote del fondo di cui al comma 1 dell’art. 106 del
decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni,
dalla legge 17 luglio 2020, n.77, la cui dotazione e’ stata
successivamente aumentata dall’art. 39, comma 1, del predetto
decreto-legge n. 104 del 2020, «ciascun comune puo’ destinare nel
2020 per il trasporto scolastico risorse aggiuntive nel limite del 30
per cento della spesa sostenuta per le medesime finalita’ nel 2019»;
Considerato che tale disposizione si e’ resa necessaria al fine di
facilitare l’attuazione da parte dei comuni di specifiche aggiuntive
misure connesse con lo svolgimento del trasporto scolastico,
necessarie al fine di contenere la diffusione del virus COVID-19,
anche attraverso l’attivazione di servizi aggiuntivi di trasporto
scolastico, e che tali esigenze, per effetto del protrarsi dello
stato di emergenza epidemiologica, si sono manifestate anche con
riferimento all’anno scolastico 2021-2022;
Ritenuto che i servizi di trasporto scolastico sono erogati dai
comuni sia singolarmente, sia in forma associata, sia con delega ad
altro soggetto giuridico pubblico o privato;
Visto l’art. 19, comma 5, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78,
convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 201, che
prevede che le amministrazioni dello Stato, cui sono attribuiti per
legge fondi o interventi pubblici, possono affidarne direttamente la
gestione, nel rispetto dei principi comunitari e nazionali
conferenti, a societa’ a capitale interamente pubblico, sulle quali
le predette amministrazioni esercitano un controllo analogo a quello
esercitato su propri servizi e che svolgono la propria attivita’
quasi esclusivamente nei confronti dell’amministrazione dello Stato;
Acquisita l’intesa della Conferenza unificata nella seduta del 18
novembre 2021;

Decreta:

Art. 1

Oggetto e finalita’ del contributo

1. Le disposizioni del presente decreto definiscono i criteri di
riparto e le assegnazioni ai singoli comuni e alle forme associative
degli stessi delle risorse per l’anno 2021, pari a 150 milioni di
euro, del fondo istituito nello stato di previsione del Ministero
delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, ai sensi
dell’art. 1, comma 790, della legge 30 dicembre 2020, n. 178.
2. L’erogazione delle risorse finanziarie agli enti di cui al comma
1 fa salvo quanto dovuto alla societa’ Consap S.p.a., quale soggetto
gestore dell’attivita’ istruttoria della misura di cui al presente
decreto, ai sensi dell’art. 4.
Art. 2

Criteri di assegnazione delle risorse

1. Le risorse disponibili, ai sensi dell’art. 1, sono assegnate,
salvo quanto previsto al comma 2, a ciascun comune o forma
associativa di comuni nel limite del 30 per cento della spesa
sostenuta per il trasporto scolastico per l’esercizio finanziario
2019, al fine che essi le destinino ai servizi aggiuntivi di
trasporto scolastico connessi alla gestione degli effetti
dell’emergenza epidemiologica e al contenimento della diffusione del
virus COVID-19. Le maggiori spese sostenute possono essere riferite
all’anno scolastico 2020-2021 e, limitatamente alle obbligazioni
sottoscritte alla data di entrata in vigore del presente
provvedimento, all’anno scolastico 2021-2022. Restano escluse le
spese sostenute gia’ oggetto di certificazione COVID-19 per l’anno
2020, ai sensi del decreto del Ministero dell’economia e delle
finanze, di concerto con il Ministero dell’interno, n. 59033 del 1°
aprile 2021.
3. Qualora, al termine delle attivita’ istruttorie, le risorse
finanziarie disponibili siano inferiori alla somma dei contributi
richiesti ed ammissibili, il contributo da erogare e’
proporzionalmente ridotto per ciascun ente beneficiario.
Art. 3

Fasi procedimentali

1. Le fasi procedimentali, unitamente alle modalita’ di
presentazione delle domande, sono disciplinate con decreto del
direttore generale per la sicurezza stradale e l’autotrasporto da
adottarsi entro quindici giorni decorrenti dalla data di entrata in
vigore del presente decreto.
2. Nella domanda sono attestati: la spesa sostenuta al fine di
erogare i servizi di trasporto scolastico per l’esercizio finanziario
2019 e le risorse destinate negli esercizi finanziari 2020 e 2021 al
fine di erogare servizi di trasporto scolastico aggiuntivi e di
adottare le misure connesse al trasporto scolastico di contenimento
della diffusione del COVID-19, ai sensi del decreto-legge 25 marzo
2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio
2020, n. 35, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito,
con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74. Restano escluse
le spese sostenute gia’ oggetto di certificazione COVID-19 per l’anno
2020, ai sensi del decreto del Ministero dell’economia e delle
finanze, di concerto con il Ministero dell’interno, n. 59033 del 1°
aprile 2021. La domanda e’ sottoposta a istruttoria e, qualora questa
si concluda con esito favorevole, sono assegnati i contributi di cui
all’art. 2.
Art. 4

Soggetto gestore

1. Il Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili
– Dipartimento per la mobilita’ sostenibile – Direzione generale per
la sicurezza stradale e l’autotrasporto delega le attivita’
istruttorie e di pagamento al soggetto gestore di cui all’art. 1,
comma 2, mediante atto convenzionale, da sottoscrivere entro quindici
giorni dall’entrata in vigore del presente decreto, che determina,
inoltre, le risorse di cui all’art. 1, comma 790, della legge 30
dicembre 2020, n. 178, attribuibili a titolo di corrispettivo,
comprensivo di I.V.A. al 22%, al soggetto gestore, nell’ammontare non
superiore a 350.000,00 euro.
2. Il soggetto gestore, nell’ambito delle risorse allo stesso
attribuite sulla base dell’atto di cui al comma 1, procede
all’istruttoria delle domande di cui all’art. 3, comma 2, e provvede,
ferma rimanendo la funzione di indirizzo e di direzione in capo al
Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili –
Dipartimento per la mobilita’ sostenibile – Direzione generale per la
sicurezza stradale e l’autotrasporto, alla realizzazione, alla
manutenzione dell’applicazione telematica che consente la gestione
del flusso documentale, all’assistenza ai comuni in sede di
presentazione della domanda, all’esecuzione dei pagamenti e a tutto
quanto previsto nel medesimo atto convenzionale di cui al comma 1.
Art. 5

Entrata in vigore

1. Il presente decreto, vistato e registrato dai competenti organi
di controllo ai sensi di legge, entra in vigore il giorno successivo
alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 30 novembre 2021

Il Ministro delle infrastrutture
e della mobilita’ sostenibili
Giovannini

Il Ministro dell’istruzione
Bianchi

Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Franco

Registrato alla Corte dei conti il 27 dicembre 2021
Ufficio di controllo sugli atti del Ministero delle infrastrutture e
dei trasporti e del Ministero dell’ambiente, della tutela del
territorio e del mare, reg. n. 3183