Criteri contributi scuole paritarie a.s. 2006/2007

 Nota 30 aprile 2007, n. 2180/A7 

Ministero della Pubblica istruzione
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo Studente
Ufficio 7°

Oggetto: Criteri di assegnazione contributi scuole paritarie a.s. 2006/2007

In riferimento alle consuete procedure di riparto dei fondi relativi all’oggetto, si fa presente che questa Direzione ha trasmesso alla Direzione Generale per la Politica finanziaria e il Bilancio, per il successivo inoltro al Ministero dell’Economia e delle Finanze, il piano di assegnazione della prima parte del fondo costituito presso questo Ministero per il finanziamento delle scuole paritarie.

Le somme a favore di codesti Uffici Scolastici Regionali andranno ad integrare quanto già assegnato loro sui rispettivi capitoli, in termini di competenza e cassa, con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 29 dicembre 2006, per l’erogazione dei contributi relativi all’anno scolastico in corso.

Si rammenta in questa sede quanto già richiamato con la nota prot. n. 1299/A7 dell’8 marzo scorso, nella quale veniva chiarita la finalità delle somme assegnate per cassa a codesti Uffici sui capitoli riguardanti le scuole non statali e veniva sollecitata la tempestiva liquidazione di tutti gli impegni di spesa verso le istituzioni scolastiche a vario titolo aventi diritto, riguardanti i precedenti anni scolastici.

Per il presente anno, nell’attesa della definizione del provvedimento previsto ai sensi della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che andrà a disciplinare a partire dal prossimo anno scolastico un nuovo regime di finanziamento delle scuole paritarie, considerata l’urgenza di assicurare a quelle istituzioni adeguate risorse per la gestione dell’anno in corso, si è stabilito di erogare una prima parte del fondo secondo le consuete modalità, fatta eccezione per i contributi destinati alle scuole secondarie di primo e secondo grado, che verranno assegnati in un secondo momento.

Si rappresentano quindi, di seguito, in maniera sintetica i criteri da seguire per lo svolgimento delle operazioni di riparto.

Prioritariamente va considerato il vincolo imprescindibile costituito dalle convenzioni di parifica, per le quali verrà assegnata una somma, calcolata sulla base delle indicazioni relative allo scorso anno scolastico, che dovrà essere utilizzata, unitamente a quanto già nelle disponibilità degli Uffici scolastici regionali, per onorare tutti gli impegni di spesa relativi alle convenzioni in atto sino alla scadenza del presente anno scolastico, adoperando, per la liquidazione dei conseguenti impegni di spesa, anche eventuali economie precedentemente destinate a questo scopo, atteso che, come previsto dalla legge 27/06, “Le convenzioni di parifica attualmente in corso con le scuole primarie paritarie si risolvono di diritto al termine dell’anno scolastico in corso alla data di entrata in vigore delle norme regolamentari previste” (art. 1bis, comma 6).

Si invitano contestualmente le SS.LL. a procedere alla ricognizione di tutte le istanze di modifica delle convenzioni in atto, nonché delle richieste di convenzione pervenute ex novo a codesti uffici, avendo cura di distinguere tra quelle pervenute e non accolte anteriormente all’entrata in vigore della legge 3 febbraio 2006, n. 27 e quelle relative al periodo successivo. Al termine delle operazioni, le SS.LL. trasmetteranno a questa Direzione Generale un quadro completo della situazione regionale. Si allega, a tale proposito, una tabella riassuntiva da inviare, debitamente compilata, ai seguenti indirizzi di posta elettronica: ornella.brunetto@istruzione.it e v.lifranchi@istruzione.it .

Per le scuole dell’infanzia, sia per i sussidi di gestione che per i fondi relativi al sistema prescolastico integrato, il piano di riparto è stato predisposto in base ai dati (sezioni/scuole) in possesso del Ministero per l’a.s. 2005/2006; pertanto le SS.LL. sono invitate a procedere alla ripartizione dei fondi in parola, una volta acquisite le eventuali variazioni intervenute nel presente anno scolastico.

In merito ai finanziamenti destinati alle scuole paritarie che accolgono alunni disabili, il computo delle somme da destinare dovrà tenere conto anche delle somme assegnate a codesti Uffici con D.D.G. n. 85 del 27 novembre 2006.

Ad avvenuta variazione dei competenti capitoli di bilancio, relativa ai fondi per il corrente e.f. 2007 – mesi gennaio/agosto -, sarà cura di questa Direzione generale informare le SS.LL. che potranno procedere alla immediata assunzione dei relativi impegni.

Alla presente viene data diffusione mediante comunicazione via INTERNET e INTRANET.

Si ringrazia per la consueta collaborazione.

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Dr. Mario G. Dutto