Contributi scuole paritarie. E.F. 2007 (gennaio-agosto)

 Nota 27 giugno 2007, n. 3205 

Ministero della Pubblica Istruzione
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo Studente
Ufficio 7°

Roma, 27 giugno 2007

Oggetto: Contributi alle scuole paritarie. E.F. 2007. Piano di riparto gennaio-agosto 2007.

Si informano le SS.LL. che è stato predisposto da questa Direzione Generale l’unito piano di riparto delle risorse relative alle scuole dell’infanzia, alle scuole primarie parificate e all’integrazione dell’handicap, (elaborato sulla base dei dati rilevati da questo Ministero per l’a.s. 2005-2006) limitatamente alla quota assegnata per il periodo gennaio/agosto 2007, pari complessivamente ad € 347.178.873 (Colonna E della tabella allegata).

Tale somma complessiva è così composta:

– € 247.178.873 (Colonna G della tabella allegata), per i quali la Direzione generale per la politica finanziaria e bilancio, ha già richiesto al Ministero dell’Economia e delle Finanze la prevista variazione di bilancio;
– € 100.000.000 (Colonna F della tabella allegata), già disponibili sui rispettivi capitoli degli Uffici Scolastici Regionali, in termini di competenza e cassa, per effetto del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 29 dicembre 2006.

Nelle more della variazione di bilancio relativa alla somma di € 247.178.873, sopra richiamata, si autorizzano codesti Uffici a provvedere all’erogazione alle scuole aventi diritto, di un anticipo sui contributi per il citato periodo gennaio-agosto 2007, disponendo l’immediato utilizzo dei ratei mensili finora maturati sui fondi già assegnati in termini di competenza e cassa, presenti nel bilancio di ciascun Ufficio Scolastico Regionale (Colonna F della tabella allegata).

Per le Province Autonome di Bolzano – Trento, e alla Regione Autonoma della Valle d’Aosta è stata assegnata la somma di € 3.061.019. Le risorse suddette dovranno essere ripartite secondo le modalità già definite nella precedente nota di questa Direzione Generale del 30 aprile 2007 (prot. n. 2180/a7).

In merito alle convenzioni di parifica, nelle more dell’emanazione, ai sensi della Legge 3 febbraio 2006 n. 27, delle norme regolamentari concernenti le modalità di stipula delle nuove convenzioni con le scuole primarie paritarie che ne facciano richiesta, si coglie l’occasione per richiamare quanto segue:

– in attuazione di quanto disposto dalla medesima Legge 27/2006, a partire dall’anno scolastico 2006-2007 non sono accoglibili da parte di codesti Uffici Scolastici richieste di stipula di nuove convenzioni di parifica;
– per le convenzioni di parifica in essere si conferma invece quanto già precisato nella nota di questa Direzione Generale del 7 marzo 2006 (prot. 1375) ovvero la possibilità di modificare o rinnovare le convenzioni di parifica attualmente in corso con le scuole primarie. Le modifiche potranno effettuarsi, ove ne ricorrano le condizioni, per l’aumento o la diminuzione del numero delle classi o delle ore di sostegno, rispetto alle situazioni precedentemente previste dalle medesime convenzioni; i rinnovi potranno effettuarsi in caso di naturale scadenza delle convenzioni in essere.

Ovviamente, tutte le convenzioni di parifica, seppure modificate o rinnovate, si risolveranno di diritto al termine dell’anno scolastico in corso alla data di entrata in vigore delle norme regolamentari previste dalla richiamata Legge 27/2006.

Si ribadisce l’importanza della sollecita erogazione dei contributi, anche al fine di esaurire tutti gli impegni di spesa verso le istituzioni scolastiche aventi diritto, relativi al presente e ai precedenti anni scolastici, così da potere avviare dall’a.s. 2007/08 le nuove modalità di finanziamento previste dal comma 636, articolo 1, della Legge 27 dicembre 2006 n. 296. A questo proposito, stante le attuali situazioni di difficoltà connesse all’integrazione dell’handicap, si invitano le SS.LL. ad un attento monitoraggio delle risorse giacenti presso codesti Uffici, così da integrare gli stanziamenti del presente piano di riparto con le eventuali economie che si dovessero riscontrare nei pertinenti capitoli di bilancio, una volta soddisfatti tutti gli impegni di spesa dei precedenti anni scolastici.

Si richiama infine l’attenzione delle SS.LL. sull’importanza di fornire i dati necessari alla costituzione dell’anagrafe informatizzata nazionale delle scuole paritarie, come da recente comunicazione della Direzione Generale per i Servizi Informativi (prot. 1427 del 10 maggio 2007).

Alla presente viene data diffusione mediante comunicazione via INTERNET e INTRANET.

ALLEGATO
IL DIRETTORE GENERALE
Lucrezia Stellacci