Al via le domande per i contributi alle mense biologiche

 È attiva sul sito del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali una piattaforma informatica rivolta alle mense biologiche. Si tratta di una procedura web dedicata all’iscrizione all’elenco delle “mense scolastiche biologiche” e alla richiesta dei finanziamenti definiti dal d.m. 18 dicembre 2017, dal d.m. 22 febbraio 2018 e dal decreto direttoriale 24 maggio 2018.

Con tali provvedimenti, in materia di informazione e promozione del consumo di prodotti biologici e sostenibili per l’ambiente nell’ambito dei servizi di refezione scolastica, il Ministero delle politiche agricole, di concerto con il Ministero dell’istruzione e del Ministero della salute, disciplina le modalità e le procedure per la presentazione delle domande di iscrizione all’elenco delle stazioni appaltanti che aggiudicano i servizi di mensa scolastica biologica e per la richiesta dei relativi contributi.

In particolare, i soggetti interessati all’iscrizione al suddetto elenco, dovranno presentare relativa domanda secondo quanto stabilito d.m. 18 dicembre 2017 e da altra documentazione ad esso collegata.

Per l’inoltro della domanda e dei relativi allegati richiesti è prevista una procedura di inoltro telematico attraverso la piattaforma resa disponibile dal Ministero. La procedura è raggiungibile al seguente indirizzo web http://servizionline.politicheagricole.it/mensescolastichebio . Per utilizzare la procedura è necessario registrarsi.

L’unico dato richiesto per la registrazione è una casella di posta elettronica, preferibilmente una casella di Posta Elettronica Certificata, PEC.

Una volta registrati è possibile iniziare la compilazione di una domanda inserendo le date di inizio e fine del periodo di somministrazione.
Per ogni domanda è possibile visualizzare e scaricare il facsimile della domanda da trasmettere.

Nel compilare la domanda, i richiedenti dovranno dichiarare quali prodotti sono forniti al fine di essere classificati mensa biologica “Base” o “Eccellenza”. Oltre a questo, è previsto l’inserimento dei dati per i diversi punti di somministrazione, indicando i pasti forniti. Completato questo passaggio, sarà possibile effettuare l’inoltro telematico della richiesta.

Il termine per la presentazione delle domande è il 30 giugno 2018.

Sulla piattaforma informatica del Ministero è previsto un servizio di FAQ e quindi sarà utile per i comuni, nei prossimi giorni, consultare le risposte che saranno pubblicate.