Aggiornati gli “Obiettivi di Barcellona” per l’infanzia

Raccomandazione UE adottata in data 8 dicembre 2022

Il Consiglio dell’Unione Europea ha adottato due raccomandazioni: una in materia di educazione e cura dell’infanzia e una relativa all’accesso a un’assistenza a lungo termine di alta qualità e a prezzi accessibili.

La raccomandazione riguardante l’educazione e la cura dell’infanzia indirizza gli Stati membri ad aumentare la partecipazione ai servizi e aggiorna gli “Obiettivi di Barcellona per il 2030” stabiliti dal Consiglio stesso nel 2002.

Le raccomandazioni, come aggiornate nella decisione, prevedono che:

  • almeno il 45% dei bambini di età inferiore ai tre anni partecipi all’educazione e alla cura della prima infanzia (si applicano obiettivi specifici agli Stati membri che devono ancora conseguire gli obiettivi del 2002)
  • almeno il 96% dei bambini di età compresa tra i tre anni e l’età di inizio dell’istruzione primaria obbligatoria partecipi all’educazione e alla cura della prima infanzia
  • sia posta attenzione anche agli aspetti qualitativi, come i rapporti tra numero di addetti e numero di bambini, le dimensioni dei gruppi e la distribuzione territoriale delle strutture di cura
  • per quanto riguarda la sostenibilità dei costi e l’accessibilità, si incoraggiano gli Stati membri a limitare le spese non rimborsate a carico dei genitori e a offrire ai genitori con orari di lavoro atipici soluzioni che consentano loro di conciliare meglio vita professionale, vita familiare e vita privata.

Secondo il Consiglio Europero “Una maggiore diffusione dell’educazione e della cura della prima infanzia facilita la partecipazione delle donne al mercato del lavoro. Inoltre migliora lo sviluppo sociale e cognitivo dei bambini e il loro successo educativo-formativo. Ciò è particolarmente importante per i bambini che provengono da contesti svantaggiati.“.

VEDI la Raccomandazione del Consiglio in materia di educazione e cura dell’infanzia